L’apocalisse rimandata, ovvero Benvenuta catastrofe!

15,00

E se la catastrofe si rivelasse in realtà una salvezza, addirittura una rinascita per il pianeta?
Con 65 disegni di Dario. A cura di Franca Rame e Gessica Di Giacomo

8 disponibili

Sold By: : CommercioEtico.it COD: L10-L163 Categoria:

Descrizione

“Il dramma dell’inarrestabile surriscaldamento terracqueo non sembra sollevare timori e preoccupazioni eccessivi nella gran parte della popolazione del pianeta, ma esiste un certo numero di cittadini per i quali al contrario il problema sta diventando una disperata ossessione. Io personalmente, lo devo ammettere, faccio parte da tempo di quest’ultima tormentata categoria.
Inizia così questa accorata riflessione di Dario Fo sulla catastrofe ecologica a cui andiamo incontro in una quasi totale, e colpevole, mancanza di consapevolezza.
Ma ecco il capovolgimento del comico… E se la catastrofe si rivelasse in realtà una salvezza, addirittura una rinascita per il pianeta?
Un bel mattino, a Milano, a Roma, o in qualsiasi altra città del mondo, le lampadine non si accendono, il frigorifero è spento, niente caffè al bar, niente benzina alle pompe. In un batter d’occhio crollano banche e assicurazioni, il denaro non vale più. Il panettiere con forno a legna è preso d’assalto, tornano in auge le biciclette e l’energia prodotta dal sole, dal vento e dai combustibili vegetali finalmente si afferma.
Le guerre del petrolio non hanno più ragione di esistere. I potenti di turno rimangono intrappolati nelle loro ville superprotette e superaccessoriate, mentre i politici e i religiosi paludati smettono di fare chiacchiere inutili e razzolano insieme agli altri affamati. Le città si svuotano e si riempiono di nuovo le campagne.
E ovunque si ritorna spontaneamente a riunirsi, a discutere…
Fantasie?
La nuova, geniale ‘opera buffa’ di un grande e imprevedibile Premio Nobel? “Mi rendo conto solo ora che, trascinato da una specie di catarsi immaginifica, mi sono lasciato trasportare dentro una simulazione di follia” dice Fo. Ma – ed è questa la vera conclusione – l’apocalisse verrà, per quanto ci rifiutiamo di vederla.
Se l’umanità non rinsavisce, nella sua corsa cieca va dritta verso la fine.
Le guerre del petrolio non hanno più ragione di esistere. I potenti di turno rimangono intrappolati nelle loro ville superprotette e superaccessoriate, mentre i politici e i religiosi paludati smettono di fare chiacchiere inutili e razzolano insieme agli altri affamati. Le città si svuotano e si riempiono di nuovo le campagne.
E ovunque si ritorna spontaneamente a riunirsi, a discutere…
Fantasie?

La Terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all’avidita’ di alcuni.
GANDHI

Informazioni aggiuntive

Anno

2008

Lingua

italiano

Formato

brossura

Pagine

206

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy